Autore: Fulvio Marziali

Bonus verde 2018: rinnoviamo i nostri giardini

Buone notizie per chi, nel 2018, sceglierà di rinnovare il verde della propria abitazione, o del condominio.

Con la Legge di Bilancio 2018 infatti, viene introdotto il cosiddetto “Bonus verde”, una detrazione IRPEF pari al 36%, per spese documentate fino a 5000 € per unità immobiliare ad uso abitativo (art. 3 comma 2).

Gli interventi previsti dalla legge per poter usufruire dell’agevolazione, sono relativi alla:

  • “sistemazione a verde” di aree scoperte di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi;
  •  realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili;

Le sistemazioni a verde comprendono interventi quali riqualificazione di prati e giardini, la piantumazione di siepi, le grandi potature e la trasformazione di aree incolte.

Anche chi non possiede un’area verde ma solo un terrazzo o un balcone, può usufruire del “Bonus verde”, ad esempio disponendo vasi o fioriere.

Considerando che anche la realizzazione di impianti di irrigazione da diritto all’acquisizione del bonus, potrebbe essere un’ottima occasione per rinnovare l’impianto esistente, adottando magari soluzioni che consentano un risparmio idrico (microirrigatori, manichette, impianti a goccia…).

Altro fattore da non sottovalutare, è che anche le spese di progettazione e manutenzione connesse agli interventi prima descritti sono incluse nel bonus.

In tal modo è possibile detrarre anche le spese sostenute per le consulenze agronomiche.

Va precisato infine che il bonus non è legato alla persona, ma all’unità abitativa: in questo modo chi è proprietario o detentore di più immobili, può usufruire del bonus tante volte quanti sono gli immobili sui quali ha il diritto di effettuare gli interventi.

Per qualsiasi approfondimento contattateci ai recapiti presenti nel sito